Parlo di Me

Io sono Simona Natalie Viti, nasco e cresco in un contesto del tutto normale, in una famiglia normale, nella grande metropoli milanese, in mezzo al normale traffico e al grigio che domina la capitale economica.

Dopo le scuole elementari e medie, qualcosa di speciale già si muove in me: non voglio più seguire i percorsi “normali” che tutti seguono, ma il desiderio e’ di saltare direttamente le scuole superiori per accedere alla scuola per infermieri professionali, visto che, contrariamente alla maggior parte dei miei compagni, ho le idee molto chiare.

Nonostante ciò’, due anni di Istituto Magistrale mi toccano, ma finalmente nel 1994,  conclusi i miei studi ed ottenuto la specializzazione in ostetricia, inizio la mia carriera ospedaliera presso l’ospedale Macedonio Melloni di Milano come Ostetrica. Una vita che mi piace, mi appassiona, mi gratifica, mi fa assistere alla magia della nuova vita che nasce ogni giorno, ma che allo stesso tempo sacrifica… tempo, momenti preziosi, possibilità, insomma un lavoro un po al rovescio; si mangia di notte, si dorme di giorno, si sta a casa in settimana, si lavora nei weekend, Natale, Capodanno, Pasqua, e le ferie estive.

Nel lontano 1999, per varie “coincidenze” incontro per la prima volta la Biodanza, durante una serata di presentazione. Mille resistenze prima,  l’innamoramento a colpo di fulmine subito dopo, a tal punto che non ho mai più smesso di danzare . Qualche cosa già in quella prima serata esplode dentro di me, qualcosa difficile da spiegare a parole ma con un sapore molto buono mai provato prima: sapore di vita, di gioia,di allegria, di emozione, di nuovo! La Biodanza entra totalmente nella mia vita, al punto che ogni settimana parte il countdown per arrivare alla serata successiva; ogni serata la trovavo entusiasmante, emozionante, un’esperienza sempre più affascinante!

 

La Biodanza quando la incontri e ti lasci trasportare da tanta meraviglia, fa emergere la voglia di espandere la conoscenza e di provare nuove esperienze, anche quelle più intense. A tal proposito, dopo un po’ di mesi il mio amico Andrea ed io andiamo a Bologna nella scuola di Biodanza diretta da Sergio Cruz per partecipare allo stage “La tigre e il Serpente”, condotto proprio da lui. Due giorni full-immersion di danze, emozioni, incontri e condivisioni! Il tutto condito dal volume della musica che ti entra nella pancia con un impeto incontrollabile…insomma, un bombardone emozionale!

A questo punto il mio innamoramento per la Biodanza è totalmente conclamato. Quando danzo mi sento viva, felice, totalmente libera di essere e di esprimermi, senza dover seguire figure e passi prestabiliti. Assaporo la gioia di vivere e riscopro in me tanti aspetti tenuti ben nascosti in tutti questi anni.

In tutto questo vortice emozionale, la vita mi riserva una grande sorpresa, qualcosa di magico, del tutto inaspettato ed imprevedibile: scopro che una nuova vita sta crescendo dentro di me! Rimango completamente sconvolta da questa notizia, dato che da piccola ero stata freddata da una diagnosi di sterilità primaria. Una nuova vita da dare all’universo e una nuova vita per me…un miracolo.

Una nuova vita da dare all’universo e una nuova vita per me…un miracolo.

Solo molti mesi dopo, collego che il momento del concepimento è avvenuto solo poco dopo il mio primo stage a Bologna…incredibile! Ma quanto è straordinaria la Biodanza? Come agisce sul corpo e cosa sono riuscita a sbloccare dentro di me tramite la danza? Lo stupore e la curiosità di studiare i meccanismi di azione aumentano sempre di più, tanto che, appena la mia piccola cresce, decido di iniziare la Scuola di Formazione Insegnanti di Biodanza di Bologna.

Nascita, rinascita e nuova vita sono i tre concetti che la Biodanza porta e rinnova continuamente dentro di me. Nascita e rinascita come evoluzione nel continuo percorso di crescita.

Una nuova vita, quando incontro la Biodanza. Una nuova vita, da donare al pianeta. Una nuova vita, come donna e come Madre. Una nuova vita, nel percorso di crescita e di formazione continua. Una nuova vita, nel condurre gruppi, dove prima di tutto conduci te stesso. Una nuova vita, il titolo della mia monografia di Titolazione. Una nuova vita, di relazione di coppia

Ed ora,

Una nuova vita, trovando il coraggio di licenziarmi per seguire la passione della mia vita. Una nuova vita, il mio nuovo sito in movimento e dinamico. Una nuova vita, per portare in tutto il mondo il messaggio della Biodanza attraverso i miei occhi, la mia vita, il mio vissuto, insieme alle esperienze e alle testimonianze di tutto il mondo Biodanzante!

Immerso dentro l’uomo abita quel potere addormentato, potere che lo stupirebbe, che egli non ha mai sognato di possedere; forza che rivoluzionerebbe la sua vita, se svegliata e messa in azione.

Cit. Orison Sweet Marden